Medicina
 

Gluten-free

marmellata23 5 Ago 2017 06:02
E' circa un anno che seguo una dieta povera di glutine avendo
sospettato una "intolleranza" (non "allergia") al glutine. Il sintomo
erano le frequenti gastriti di cui soffrivo e i gonfiori addominali, un
fattore familiare perche' anche mio padre ne soffriva avendo usato in
abbondanza ranitidina per tutta la sua ultima fase di vita e avendo
sofferto molto per questo problema. Facevo uso anche io di ranitidina e
poi sono passato all'omeoprazolo che prendevo in dosi ospedaliere nella
fase acuta della gastrite per una piu' veloce remissione e sospensione
della terapia anti-acido che so essere responsabile del malassorbimento
di vitamina B. Ero candidato alla gastroscopia dove magari avrebbero
trovato una ininfluente ernia iatale e lesioni gastriche per cui la mia
vita ne sarebbe stata pesantemente condizionata senza che nessuno mi
avesse messo sulla giusta strada se non la medicina cosiddetta
"alternativa" che poi tanto alternativa non e' essendo la dieta
gluten-free affiorata alla pratica medica (la hanno data anche a mia
moglie da parte di un professionista ricercatore endocrinologo). Mi
chiedo quanti anti-acidi siano stati venduti con l'omeoprazolo che era
balzato alle cronache giornalistiche, quante ernie iatali false siano
state operate, quante gastroscopie siano state effettuate a carico del
SSN: io non ho piu' una gastrite da un anno adesso (e prendo pure
l'aspirina a digiuno) da quando ho abbandonato, anche se non del
tutto, pane, pizza e pasta (che sostituisco con riso, patate e mais) e
le mie scorte di omeoprazolo si avvicinano alla scadenza del prodotto
inutilizzate. Mi sembra un completo fallimento della medicina
ufficiale: fate i test di intolleranza al glutine (che poi non sia il
glifosato non so ma basta limitare pane, pizza e pasta).

--
marmellata23 <no_spam@yahoo.it>
ilChierico 7 Ago 2017 20:50
On 05/08/2017 06:02, marmellata23 wrote:

> SSN: io non ho piu' una gastrite da un anno adesso (e prendo pure
> l'aspirina a digiuno) da quando ho abbandonato, anche se non del
> tutto, pane, pizza e pasta (che sostituisco con riso, patate e mais) e

Tu non vuoi sapere come fabbricano il pane industriale.

Per non parlar del povero Vissani che ci ha informato dall'alto della
sua cattedra televisiva degli estratti di pancreas di ******* aggiunti
all'impasto per renderlo piu' appetibile.
Jamie 8 Ago 2017 14:58
On 05/08/2017 06:02, marmellata23 wrote:
> E' circa un anno che seguo una dieta povera di glutine avendo
> sospettato una "intolleranza" (non "allergia") al glutine. Il sintomo
> erano le frequenti gastriti di cui soffrivo e i gonfiori addominali, un
> fattore familiare perche' anche mio padre ne soffriva avendo usato in
> abbondanza ranitidina per tutta la sua ultima fase di vita e avendo
> sofferto molto per questo problema. Facevo uso anche io di ranitidina e
> poi sono passato all'omeoprazolo che prendevo in dosi ospedaliere nella
> fase acuta della gastrite per una piu' veloce remissione e sospensione
> della terapia anti-acido che so essere responsabile del malassorbimento
> di vitamina B. Ero candidato alla gastroscopia dove magari avrebbero


Ho dei problemi *****oghi. Ho fatto la gastroscopia e mi hanno
diagnosticato una gastrite cronica superficiale di origine sconosciuta.
Calcolando che non ho mai fumato, che non bevo abitualmente alcolici,
che avrò preso 10 aspirine in tutta la mia vita e che la mia
alimentazione non era certo tale da giustificare quella gastrite,
risulta abbastanza strana. Dalle *****isi (sangue + villi) non sono
risultata celiaca. C'è da dire che per una serie di circostanze feci la
gastroscopia dopo 1 mese di dieta senza glutine interrotta solo negli
ultimi 3 giorni prima della gastro. mentre le *****isi dopo 10 giorni che
l'avevo reintrodotto, ma la gastroenterologa disse che le *****isi non
tornano a posto dopo un periodo così breve di dieta, quindi secondo lei
io non avevo nessun problema col glutine. Poi faccio il rast e viene
fuori un valore alterato per il latte. Nel frattempo visto il parere
della gastroenterologa ricomincio a mangiare più o meno normalmente, e
ricominciano i problemi. Stanca e demoralizzata sono quasi due settimane
che non mangio più glutine e latticini, e piano piano mi sto sentendo di
nuovo meglio.
Boh, non so cosa pensare. Aggiungo che rispetto alla media della gente
io non sono mai nemmeno stata una gran mangiatrice di pasta e pane.
Mi sembra di capire che tu ogni tanto te lo concedi, o mi sbaglio?
Secondo me le *****isi dovresti farle, perché se sei celiaco reintrodurre
il glutine di tanto in tanto può portarti a seri problemi.
Jamie 8 Ago 2017 14:58
On 07/08/2017 20:50, ilChierico wrote:
> On 05/08/2017 06:02, marmellata23 wrote:
>
>> SSN: io non ho piu' una gastrite da un anno adesso (e prendo pure
>> l'aspirina a digiuno) da quando ho abbandonato, anche se non del
>> tutto, pane, pizza e pasta (che sostituisco con riso, patate e mais) e
>
> Tu non vuoi sapere come fabbricano il pane industriale.

Come?
Jamie 8 Ago 2017 15:04
On 05/08/2017 06:02, marmellata23 wrote:

> balzato alle cronache giornalistiche, quante ernie iatali false siano
> state operate, quante gastroscopie siano state effettuate a carico del
> SSN: io non ho piu' una gastrite da un anno adesso (e prendo pure
> l'aspirina a digiuno) da quando ho abbandonato, anche se non del
> tutto, pane, pizza e pasta (che sostituisco con riso, patate e mais) e
> le mie scorte di omeoprazolo si avvicinano alla scadenza del prodotto
> inutilizzate. Mi sembra un completo fallimento della medicina
> ufficiale: fate i test di intolleranza al glutine (che poi non sia il
> glifosato non so ma basta limitare pane, pizza e pasta).
>

Comunque non esiste nessun test di intolleranza al glutine validato
scientificamente. A parte ovviamente quelli per la celiachia, che però è
un altro problema.
*GB* 9 Ago 2017 21:16
Il 08/08/2017 14:58, Jamie ha scritto:

> Ho dei problemi *****oghi. Ho fatto la gastroscopia e mi hanno
> diagnosticato una gastrite cronica superficiale di origine sconosciuta.
> Calcolando che non ho mai fumato, che non bevo abitualmente alcolici,
> che avrò preso 10 aspirine in tutta la mia vita e che la mia
> alimentazione non era certo tale da giustificare quella gastrite,
> risulta abbastanza strana.

Tu sei vegetariana, no? Allora potrebbe essere gastrite da carenza di
vitamina B12. Se è così, oltre alla gastrite rischi anemia, cancro e
demenza.

> fuori un valore alterato per il latte. Nel frattempo visto il parere
> della gastroenterologa ricomincio a mangiare più o meno normalmente, e
> ricominciano i problemi. Stanca e demoralizzata sono quasi due settimane
> che non mangio più glutine e latticini, e piano piano mi sto sentendo di
> nuovo meglio.

Senti, fai questo esperimento: pur restando alla larga da glutine e
latticini, torna a mangiare un po' di pesce fresco, cuocendolo al
cartoccio senza bruciarlo. E' probabile che presto ti sentirai meglio.

Bye,

*GB*
*GB* 9 Ago 2017 21:26
Il 05/08/2017 06:02, marmellata23 ha scritto:

> inutilizzate. Mi sembra un completo fallimento della medicina
> ufficiale: fate i test di intolleranza al glutine (che poi non sia il
> glifosato non so ma basta limitare pane, pizza e pasta).

'Sto glifosato... il grafico del suo crescente utilizzo negli anni è
quasi identico agli andamenti dell'incidenza di celiachia e autismo, ma
gli antibufalari dicono che è una pura coincidenza, perché anche altre
cose (come il consumo di cibi biologici) seguono un andamento simile.
Chi avrà ragione?

Bye,

*GB*
marmellata23 9 Ago 2017 22:41
On Tue, 8 Aug 2017 14:58:24 +0200
Jamie <jamie@bluesky.no> wrote:

>Mi sembra di capire che tu ogni
> tanto te lo concedi, o mi sbaglio? Secondo me le *****isi dovresti
> farle, perché se sei celiaco reintrodurre il glutine di tanto in
> tanto può portarti a seri problemi.

Non credo sia un fenomeno di vera e propria allergia nel mio caso come
nella celiachia conclamata: si tratta di una intolleranza alimentare di
gravita' inferiore sebbene penso possa essere molto diffusa nella
popolazione anche in relazione alla nostra dieta tradizionale (le
abitudini alimentari sono in massima parte apprese e sono come tabu':
te la senti di mettere in discussione "la pizza" con i tuoi amici? Mi
risulta che la pizza faccia male a molti miei amici ma continuano a
mangiarla imperterriti!). A dir la verita' io ho eliminato completamente
pane , pizza e pasta ma ho scritto il mio post in modo piu' soft per
farlo passare. Naturalmente non sono alla paranoia e non sto a guardare
il gelato, le panature della frittura e qualche ripieno. Basta eliminare
di molto la quantita' di cereale al glutine introdotto. Mi concedo
delle friselle di orzo integrale in sostituzione del pane ogni tanto.
Sul lattosio non mi pronuncio non avendo titoli ma innanzitutto prima
di eliminare i latticini penserei ad una dieta molto "povera" di
glutine come approccio per vedere di risolvere il tuo problema. Se non
funziona passa a considerare il lattosio. Io penso che i professionisti
vadano un po' alla cieca con protocolli non molto affidabili. La
dietologia e le intolleranze sono in gran parte business e moda.


--
marmellata23 <no_spam@yahoo.it>
Jamie 10 Ago 2017 16:54
On 09/08/2017 21:16, *GB* wrote:

> Tu sei vegetariana, no? Allora potrebbe essere gastrite da carenza di
> vitamina B12. Se è così, oltre alla gastrite rischi anemia, cancro e
> demenza.

No, non sono affatto vegetariana. Non mangio tantissima carne, nel senso
che non la mangio più di 1 volta la settimana (intesa come carne rossa),
ma non mi faccio mancare nulla, almeno credo.
Jamie 10 Ago 2017 16:55
On 09/08/2017 21:16, *GB* wrote:
> Il 08/08/2017 14:58, Jamie ha scritto:
>
>> Ho dei problemi *****oghi. Ho fatto la gastroscopia e mi hanno
>> diagnosticato una gastrite cronica superficiale di origine
>> sconosciuta. Calcolando che non ho mai fumato, che non bevo
>> abitualmente alcolici, che avrò preso 10 aspirine in tutta la mia vita
>> e che la mia alimentazione non era certo tale da giustificare quella
>> gastrite, risulta abbastanza strana.
>
> Tu sei vegetariana, no? Allora potrebbe essere gastrite da carenza di
> vitamina B12. Se è così, oltre alla gastrite rischi anemia, cancro e
> demenza.

Comunque, la gastrite non è causata da carenza di B12 semmai il
contrario: la carenza di B12 si instaura a seguito di gastrite atrofica
in quanto l'assorbimento ne viene compromesso.
Ragnarok 11 Ago 2017 17:31
Il 08/08/2017 14:58, Jamie ha scritto:

> Boh, non so cosa pensare.

Il mio cane ha avuto una allergia al cibo (le viene ogni 3/4 anni).
Cambiata la pappa, presa una completamente *****lergica che costa un
botto, è stata bene. Finito il sacco abbiamo preso un sacco *****lergico
di tipo diverso che costava un po' meno e le sono tornati i problemi,
quindi siamo dovuto tornare alla pappa costosa.
Dopo qualche mese ha avuto una labirintite e non mangiava nulla quindi
le abbiamo dato carne di ******* manzo, bresaola, prosciutto... Ha
mangiato di tutto (la roba fresca e saporita la mangiava)... E non ha
avuto alcun problema di natura allergica.
La conclusione è stata che il problema non era dovuto all'alimento ma al
conservante che, ovviamente, quando ha mangiato il cibo fresco non era
presente.

Rifletti su questa cosa e valuta se potrebbe essere applicabile anche al
caso tuo... Prova a mangiare prodotti con glutine soltanto freschi e non
industriali e vedi come va.


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
marmellata23 13 Ago 2017 13:43
On Fri, 11 Aug 2017 17:31:50 +0200
Ragnarok <ragnarok_@fastwebnet.it> wrote:

> Il 08/08/2017 14:58, Jamie ha scritto:
<cut>
> Rifletti su questa cosa e valuta se potrebbe essere applicabile anche
> al caso tuo... Prova a mangiare prodotti con glutine soltanto freschi
> e non industriali e vedi come va.

Non so nulla riguardo ad eventuali conservanti aggiunti alla pasta o
addirittura nel pane: credo comunque sia molto diffusa l'abitudine di
aggiungere ogni sorta di additivi per le piu' diverse finalita'. Fra i
tanti additivi aggiunti dagli industriali, dai panificatori e dai
pizzaioli c'e' purtroppo anche il "glutine" come se non ce ne fosse
gia', almeno cosi' ho letto: sembra che l'aggiunta di glutine rende
piu' malleabile e lavorabile la pasta.

--
marmellata23 <no_spam@yahoo.it>
Jamie 14 Ago 2017 00:17
On 09/08/2017 22:41, marmellata23 wrote:
> On Tue, 8 Aug 2017 14:58:24 +0200
> Jamie <jamie@bluesky.no> wrote:
>
>> Mi sembra di capire che tu ogni
>> tanto te lo concedi, o mi sbaglio? Secondo me le *****isi dovresti
>> farle, perché se sei celiaco reintrodurre il glutine di tanto in
>> tanto può portarti a seri problemi.
>
> Non credo sia un fenomeno di vera e propria allergia nel mio caso come
> nella celiachia conclamata: si tratta di una intolleranza alimentare di
> gravita' inferiore sebbene penso possa essere molto diffusa nella

Ma non puoi saperlo, se non fai gli esami giusti. Per me se sospetti che
il glutine ti crei problemi fai molto male a tenere questo regime senza
aver escluso completamente una celiachia.
Prima di fare le *****isi, dovresti reintrodurlo almeno per 6 settimane
(è sufficiente una quantità pari a 3 biscotti al giorno, ad esempio).
Jamie 14 Ago 2017 00:27
On 11/08/2017 17:31, Ragnarok wrote:


> Rifletti su questa cosa e valuta se potrebbe essere applicabile anche al
> caso tuo... Prova a mangiare prodotti con glutine soltanto freschi e non
> industriali e vedi come va.

Negli ultimi anni il mio consumo di panificati industriali si è quasi
annullato, e quando li assumo, si tratta sempre di prodotti di qualità e
sicuramente privi di conservanti (almeno in etichetta...), quindi non
penso che c'entri qualcosa, inoltre molte cose me le producevo in casa
(brioches, pizza) con farine di qualità.
Ho qualche altro sospetto sul nichel perché gli orecchini di bigiotteria
mi hanno sempre dato fasti***** ed una volta una collana che ho tenuto per
un giorno mi ha procurato uno sfogo terribile sul collo, mi ci è voluto
un mese perché passasse del tutto. Purtroppo quella al nichel è
un'allergia da accumulo ed è ancora molto poco conosciuta, inoltre gli
alimenti che lo contengono sono tantissimi e non c'è nemmeno un accordo
unanime nella comunità scientifica su quali siano gli alimenti
assolutamente da evitare e/o limitare al massimo. Ho un'amica che è
stata per anni male prima di scoprire di avere la SNAS (sindrome da
allergia sistemica al nichel), adesso che fa una dieta appropriata le è
passato tutto. Lei mi ha detto che se il nichel ti dà fasti***** sulla
pelle è certo che darà fasti***** anche all'apparato digerente, ma la cosa
varia molto da soggetto a soggetto. Non ho ancora indagato bene su
questo, comunque. Fare una dieta nichel free è molto difficile per me
perché si tratta di rinunciare a tantissimi alimenti che adoro, come
moltissimi vegetali, il cacao, la frutta secca ed altri.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Medicina | Tutti i gruppi | it.scienza.medicina | Notizie e discussioni medicina | Medicina Mobile | Servizio di consultazione news.