Medicina
 

Storia della chirurgia maxillo facciale

Archaeopteryx 1 Lug 2017 10:17
Ciao NG,

Tempo fa ho evitato per un pelo un intervento alla faccia
che se pure il chirurgo ha definito b*****e, mi ha fatto
rabbrividire quando ho chiesto cosa e come avrebbe fatto,
tra cui praticamente togliermi un occhio e poi rimetterlo
al suo posto. Dato che per qualche giorno sono stato in
osservazione per essere rivalutato, come potete
immaginare, in quanto essere umano mi sono scaricato tutti
i testi che ho trovato in rete e in effetti mi pare da
profano un tipo di chirurgia che è sia molto cruenta che
molto delicata e complessa.

Raccontavo tutto ciò a un amico infermiere il quale mi ha
detto che se avessero dovuto operarmi sarei stato anche
fortunato perché è una specializzazione chirurgica che
come tale ha meno di cinquanta anni di vita e in passato
mi sarei tenuto il problema così come stava (e sta,
purtroppo). Però suppongo che durante la prima guerra
mondiale si facessero già parecchi interventi che poi
sarebbero stati a posteriori considerati di pertinenza di
questa specialità ma l'affermazione del mio amico mi ha
comunque incuriosito.

Anzitutto: è davvero così? E se è una specialità "recente"
lo è perché è tecnicamente difficile? Insomma, qualsiasi
curiosità, notizia, spigolatura e così via mi farebbe
molto piacere conoscerla.

grazie

Apx

--
"La teoria è sapere come funzionano le cose e
non sapere come farle funzionare; la pratica è
sapere come far funzionare la cose senza sapere come
funzionano; il nostro scopo è unire la pratica
alla teoria per riuscire a non far funzionare
le cose senza capire come abbiamo fatto"
Archaeopteryx 1 Lug 2017 11:07
> tra cui praticamente togliermi un occhio e poi
> rimetterlo

Ovviamente intendevo dire "spostare"
ilChierico 1 Lug 2017 12:59
On 01/07/2017 10:17, Archaeopteryx wrote:

> Anzitutto: è davvero così? E se è una specialità "recente" lo è perché
è
> tecnicamente difficile? Insomma, qualsiasi curiosità, notizia,
> spigolatura e così via mi farebbe molto piacere conoscerla.

Forse perche' oggi siamo tutti super-specializzati in fuffologia
applicata come fosse antani, e poi dove sta la difficolta'? Se uno e'
pratico, niente e' difficile.

Al solito la difficolta stara' nel non ledere il nervo ottico ed altri,
non toccare le innervazioni dei muscoli oculomotori, nel conoscere
l'anatomia e lo spessore delle ossa interessate nonche' le rime di
frattura del signor Lefort o simili... io ricordo vagamente le prime
operazioni agli aviatori inglesi dove scoprirono che il plexiglass degli
aerei mitragliati finiva negli occhi del paziente ed era considerato
inerte dal sistema immunitario, ma non era questa la domanda, immagino.

Se uno vuole, a furia di scoperchiare, i neurochirurghi lavorano ben
piu' all'interno su strutture anatomiche ben piu' importanti e con altri
problemi, immagino.
*GB* 1 Lug 2017 14:43
Il 01/07/2017 11:07, Archaeopteryx ha scritto:

>> tra cui praticamente togliermi un occhio e poi
>> rimetterlo
>
> Ovviamente intendevo dire "spostare"

Ci credo. Se te lo toglieva, poi sarebbe stato molto difficile
riconnettere il nervo ottico, talché tu potessi ancora vederci.

Bye,

*GB*

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Medicina | Tutti i gruppi | it.scienza.medicina | Notizie e discussioni medicina | Medicina Mobile | Servizio di consultazione news.