Medicina
 

Problema neurologico o psichiatrico?

Norman 21 Set 2016 17:39
Buonasera a tutti,
Ho 32 annni e vi scrivo per presentarvi un problema per il quale ho già
consultato e sono in cura da medici competenti ma per il quale vorrei
anche un vostro parere per sapere da quale specialista chiedere
eventualmente dei chiarimenti.
5 anni fa mio malgrado ho avuto un esaurimento nervoso che mi ha
"regalato" problemi di forte stress, ansie, fobie, dipendenze
psicologiche ed altri disturbi dei quali soffro tuttora.
Tra questi però ce n'è uno acuito negli anni da forti stress causati
dal lavoro: quando mi sento stanco comincio a stare male, fisicamente.
E' come se avessi bisogno di correre a letto, chiudere gli occhi e
smettere di pensare. E' come se fossi un computer surriscaldato che ha
bisogno di essere spento per un po'. Se non mi "spengo" (cosa che
peraltro aiuta a stare meglio) è come se il mio corpo si bloccasse,
perdo completamente la lucidità mentale e vado nel panico.
Questo prima dell'esaurimento e soprattutto prima dello stress del
lavoro non mi capitava, ed è una cosa che percepisco come strana...
tanto che non riesco a capire quale specialista consultare, per questo
mi è venuto in mente il neurologo.
Cosa ne pensate?
Lo psichiatra dal quale sono in cura mi ha prescitto dei farmaci che
diminuiscono, piuttosto efficacemente, le somatizzazioni da ansia. Ma
questo problema rimane... che fare?
Grazie in anticipo per le risposte.
Un saluto,
Norman

--
Cordiali Saluti



---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Gianfranco 22 Set 2016 18:52
On Wed, 21 Sep 2016 17:39:27 +0200, Norman wrote:

Ciao,


> Tra questi però ce n'è uno acuito negli anni da forti stress causati
> dal lavoro: quando mi sento stanco comincio a stare male, fisicamente.
> E' come se avessi bisogno di correre a letto, chiudere gli occhi e
> smettere di pensare. E' come se fossi un computer surriscaldato che ha
> bisogno di essere spento per un po'. Se non mi "spengo" (cosa che
> peraltro aiuta a stare meglio) è come se il mio corpo si bloccasse,
> perdo completamente la lucidità mentale e vado nel panico.

In rete non si possono fare diagnosi, oltretutto questo quadro non e'
molto chiaro. Ti chiedo due cose: (1) ne hai parlato con lo psichiatra
che ti segue? Che ti ha detto? e (2) Cosa intendi per "vado nel panico"?
Che sintomi hai in quel momento, di preciso?

Se la risposta a (1) e' no, ti consiglierei di rivolgerti a lui
e sentire cosa ne pensa, credo sia la cosa migliore. Anche una
chiacchierata col tuo medico curante potrebbe aiutare, magari ti fa fare
alcuni esami clinici per indirizzare una eventuale diagnosi. :-)

Un saluto,

--
Gianfranco Bertozzi
Norman 26 Set 2016 20:23
Gianfranco ha detto questo giovedì :

> In rete non si possono fare diagnosi, oltretutto questo quadro non e'
> molto chiaro. Ti chiedo due cose: (1) ne hai parlato con lo psichiatra
> che ti segue? Che ti ha detto? e (2) Cosa intendi per "vado nel panico"?
> Che sintomi hai in quel momento, di preciso?
>
> Se la risposta a (1) e' no, ti consiglierei di rivolgerti a lui
> e sentire cosa ne pensa, credo sia la cosa migliore. Anche una
> chiacchierata col tuo medico curante potrebbe aiutare, magari ti fa fare
> alcuni esami clinici per indirizzare una eventuale diagnosi. :-)
>
> Un saluto,

Ciao Gianfranco,
innanzitutto grazie per avermi risposto. Mi scuso per la vaghezza della
presentazione del problema mi rendo conto che è un po' oscura.
Provo a risponderti: 1) sì ne ho parlato ma vorrei precisare che per
descrivere e circoscrivere i sintomi per esporlo con chiarezza mi sta
occorrendo diverso tempo. Il suo intervento quindi è stato indirizzato
verso lo smorzamento delle somatizzazioni dell'ansia (con doben ed
alprazolam)
2) Intendo dire che non appena accuso un po' di stanchezza si
amplificano i sintomi ansiosi di cui soffro abitualmente. La scarsa
lucidità rende più acute le mie fobie; la stanchezza, anche minima, mi
rende ansioso sulla possibilità di controllare le mie sensazioni, come
se non accettassi l'idea di sentirmi così e comincia una "lotta dentro
di me" dove in un qualche modo cerco di contrastare quella sensazione.

Per tanti anni ho fatto controlli di ogni tipo per capire per quale
motivo mi sento stanco e poco lucido eppure a parte una scarsità di
ferro nel sangue, comunque nella norma, non ci sono altre cause.
Dopo l'esaurimento è come se avessi bisogno di rimanere lucido ogni
momento per non farmi sopraffare da paure irrazionali che riemergono
quando appunto mi sento così stanco.

Dunque è normale che una persona come me si senta stanca all'improvviso
e la reazione ha a che fare con disturbi di origine psichiatrica?
Oppure questa stanchezza / assenza di lucidità dipende da
qualcos'altro?

Grazie per l'interessamento

ciao,
Norman

--
Cordiali Saluti
Gianfranco 28 Set 2016 09:29
On Mon, 26 Sep 2016 20:23:23 +0200, Norman wrote:

Ciao,


> innanzitutto grazie per avermi risposto. Mi scuso per la vaghezza della
> presentazione del problema mi rendo conto che è un po' oscura.

Nessun problema, si tratta di sintomi difficili da descrivere. :-)


> Provo a risponderti: 1) sì ne ho parlato ma vorrei precisare che per
> descrivere e circoscrivere i sintomi per esporlo con chiarezza mi sta
> occorrendo diverso tempo. Il suo intervento quindi è stato indirizzato
> verso lo smorzamento delle somatizzazioni dell'ansia (con doben ed
> alprazolam)

Immagino da come mi rispondi che tu stia facendo una qualche
psicoterapia, in questo caso e' normale che ci voglia tempo per avere
un effetto. I farmaci che assumi sembrano diretti piu' che altro a
controllare il sintomo, vedrai che il tuo specialista preferisce
lavorare per via diversa da quella strettamente farmacologica.


> Dunque è normale che una persona come me si senta stanca all'improvviso
> e la reazione ha a che fare con disturbi di origine psichiatrica?
> Oppure questa stanchezza / assenza di lucidità dipende da
> qualcos'altro?


Se hai fatto tutti gli esami del caso e non e' emerso niente, pensare
ad un problema "psichico" non e' certamente un errore, oltretutto mi
pare che tu ti sia giustamente *****izzato... :-D

Hai sempre assunto quei farmaci o sono stati fatti altri tentativi in
questo senso? Hai sempre assunto la sulpiride?


> Grazie per l'interessamento

Ma figurati. :-D

Un saluto,

--
Gianfranco Bertozzi

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Medicina | Tutti i gruppi | it.scienza.medicina | Notizie e discussioni medicina | Medicina Mobile | Servizio di consultazione news.