Medicina
 

Domanda sulla celiachia

Jamie 30 Nov 2016 19:16
Buonasera, spero che qualcuno possa rispondermi. Un mese di dieta senza
glutine (interrotto solo un giorno, a circa metà), seguito da 3 giorni
di reintroduzione del glutine, può falsare il risultato dell'esame dei
villi intestinali, facendoli apparire normali?

Grazie.
*GB* 1 Dic 2016 14:58
Jamie ha scritto:

> Buonasera, spero che qualcuno possa rispondermi. Un mese di dieta senza
> glutine (interrotto solo un giorno, a circa metà), seguito da 3 giorni
> di reintroduzione del glutine, può falsare il risultato dell'esame dei
> villi intestinali, facendoli apparire normali?

Non capisco il senso della tua domanda. A parte che, se sei celiaca,
non devi assolutamente tornare mai più ad assumere alimenti contenenti
glutine (*), lo scopo della dieta priva di glutine è appunto quello di
permettere alla mucosa intestinale di rigenerarsi. Se i villi tornano
normali, ti permettono di assorbire i nutrienti, mentre se restassero
atrofici andresti incontro a malassorbimento e infiammazione cronica
con successive gravi conseguenze (anemia, depressione, demenza, cancro).

(*) Cessare di assumere alimenti contenenti glutine non è un problema
in quanto puoi facilmente sostituirli con riso, mais, grano saraceno,
patate e banane.

Bye,

*GB*
Jamie 5 Dic 2016 10:30
On 01/12/2016 14:58, *GB* wrote:
> Jamie ha scritto:
>
>> Buonasera, spero che qualcuno possa rispondermi. Un mese di dieta senza
>> glutine (interrotto solo un giorno, a circa metà), seguito da 3 giorni
>> di reintroduzione del glutine, può falsare il risultato dell'esame dei
>> villi intestinali, facendoli apparire normali?
>
> Non capisco il senso della tua domanda.

Eppure mi sembrava tanto chiaro...

A parte che, se sei celiaca,
> non devi assolutamente tornare mai più ad assumere alimenti contenenti
> glutine (*), lo scopo della dieta priva di glutine è appunto quello di
> permettere alla mucosa intestinale di rigenerarsi. Se i villi tornano
> normali, ti permettono di assorbire i nutrienti, mentre se restassero
> atrofici andresti incontro a malassorbimento e infiammazione cronica
> con successive gravi conseguenze (anemia, depressione, demenza, cancro).
>

Lo so, ma non è questo quello che ho chiesto.
*GB* 5 Dic 2016 15:44
Jamie ha scritto:

>>> Buonasera, spero che qualcuno possa rispondermi. Un mese di dieta senza
>>> glutine (interrotto solo un giorno, a circa metà), seguito da 3 giorni
>>> di reintroduzione del glutine, può falsare il risultato dell'esame dei
>>> villi intestinali, facendoli apparire normali?
>>
>> Non capisco il senso della tua domanda.
>
> Eppure mi sembrava tanto chiaro...

Se era così chiaro, perché non l'hai posta al tuo medico di base?

La celiachia non si diagnostica solo con la biopsia endoscopica (che
è il test più affidabile), ma anche con esami dei livelli di anticorpi
anti-gliadina, anti-endomisio e anti-transglutaminasi. La diminuzione
di tali anticorpi è più lenta della rigenerazione dei villi, quindi
anche se i villi si sono già rigenerati, con quegli esami si può ancora
diagnosticare se effettivamente soffri di celiachia. Comunque, in caso
di dubbio, dovrebbero darti l'indicazione di assumere nuovamente cibi
con glutine per alcune settimane (non per 3 gg) e poi rifare gli esami.

Bye,

*GB*

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Medicina | Tutti i gruppi | it.scienza.medicina | Notizie e discussioni medicina | Medicina Mobile | Servizio di consultazione news.